Loving In evidenza

Informazioni aggiuntive

  • Sinossi:

     

    LOVING racconta la storia di coraggio e impegno di Richard e Mildred Loving, interpretati da Joel Edgertone Ruth Negga, coppia interrazziale che si innamora e si sposa nel 1958.

    I due crescono a Central Point, piccolo centro della Virginia caratterizzato da un maggiore livello di integrazione razziale rispetto alle zone circostanti degli Stati Uniti meridionali. Ma è proprio dallo Stato della Virginia, che i duehanno scelto per mettere su casa e famiglia, che vengono incarcerati e poi esiliati. Richard, Mildred e i figli si trasferiscono nella città di Washington, D.C. Qui si sentono i benvenuti, grazie soprattutto al contributo dei parenti che li accolgono con calore, ma non riescono mai ad adeguarsi completamente alla realtà urbana di Washington. Spinta dal richiamo delle radici, Mildred decide di trovare una soluzione per fare ritorno in Virginia.

    La sentenza"Lovingcontro Virginia"arriva fino alla Corte Suprema degli Stati Uniti che, nel 1967,riafferma il diritto fondamentale al matrimonio. Richard e Mildred fanno ritorno a casa. A partire da allora, la loro storia d'amore diventa una fonte d'ispirazione per tutte le coppie del mondo.

    Prima mondialeal Festival internazionale del cinemadi Cannes del 2016, LOVING è il nuovo filmdell'acclamato regista e scenaggiatore Jeff Nichols, che a Cannes ha già presentato TAKE SHELTER e MUD.

     

  • Genere: drammatico storico
  • Regia: Jeff Nichols
  • Titolo Originale: Loving
  • Distribuzione: Cinema
  • Produzione: Ged Doherty, p.g.a. & Colin Firth, p.g.a.
  • Data di uscita al cinema: 16 marzo 2017
  • Durata: 123’
  • Direttore della Fotografia: Adam Stone
  • Montaggio: Julie Monroe
  • Attori: Ruth Neggs, Joel Edgerton, Marton Csokas, Nick Kroll
  • Destinatari: Scuole Secondarie di II grado
  • Approfondimenti:

     

    PANORAMICA

    Cronologia degli eventi relativi alla causa civile Loving contro Virginia

     

    29 ottobre 1933 A Central Point, nello stato della Virginia, nasce Richard Perry Loving.

    22 luglio 1939 A Central Point, nello stato della Virginia, nasce Mildred DeloresJeter.

    2 giugno 1958 Richard e Mildred, in attesa di un figlio ma impossibilitati a sposarsi nello stato natío della Virginia, diventano marito e moglie a Washington, D.C., fanno ritorno nella loro comunità ben integrata di Central Point e si stabiliscono nella casa di famiglia di Mildred.

    11 luglio 1958 Bernard Mahon, procuratore del Commonwealth della Virginia per Caroline County, ottiene un ordine di arresto per Richard e Mildred Loving.

    12 luglio 1958 Alle 2:00 di mattina, lo sceriffo R. Garnett Brooks e i suoi assistenti irrompono nella camera da letto della giovane coppia per arrestarli; i Lovingsono incarcerati a Bowling Green, dove Richard trascorre una notte in carcere prima di essere rilasciato dietro pagamento di una cauzione di 1.000 dollari.

    13-17 luglio 1958 Lo sceriffo Brooks nega a Richard la possibilità di pagare la cauzione per Mildred, che trascorre cinque notti in carcere prima di essere rilasciata dietro pagamento di una cauzione di 1.000 dollari.

    Ottobre 1958 Richard e Mildred Lovingsono incriminati per violazione delle normative razziali della Virginia.

    Gennaio 1959 Ai Loving viene consigliato di dichiararsi colpevoli. In seguito, i due coniugi vengono condannati a un anno di carcere dal giudice Leon Bazile, ma le sentenze sono sospese a condizione che i coniugi abbandonino “immediatamente Caroline County e lo stato della Virginia, e che non facciano ritorno insieme o contemporaneamente nella suddetta contea per un periodo di 25 anni”.

    I Lovingsi trasferiscono a Washington, D.C. e vanno a vivere con Alex Byrd, cugino di Mildred, e con sua moglie Laura.

    1963 Mildred scrive a Robert F. Kennedy,procuratore generale degli Stati Uniti,per chiedergli di intervenire in favore suo e di Richard. Kennedy risponde di non poterli aiutare personalmente, ma presenta il caso della coppia alla sezione di Washington dell'American CivilLiberties Union (ACLU) 

    A giugno, il caso Lovingviene assegnato al procuratore ACLU Bernard Cohen; qualche mese dopo, Philip Hirschkop, avvocato esperto di diritti civili, prende carico del caso insieme al collega Cohen. Entrambi gli esperti legali accettano il caso lavorando pro bono.

    A novembre, i due avvocati presentano una richiesta di annullamento della condanna e della sentenza dei Loving al giudice Bazile.

    1964 Insieme ai tre figli, i coniugi Lovingfanno ritorno in Virginia, vivendo in tutta segretezza in una fattoria della King & Queen County.

    22 gennaio 1965 Il giudice Bazilerifiuta la mozione difendendo le leggi contro le unioni interrazziali della Virginia nella sua sentenza: “Nostro Signore ha creato la razza bianca, nera, gialla, malesiana e rossa e le ha messe in continenti diversi. Non esiste alcuna motivazione a favore di tali matrimonio che non vada contro la sua [decisione]. Il fatto che il signore Iddio abbia separato le razze dimostra che egli non desiderava che queste ultime si mescolassero tra di loro.” 

    7 marzo 1966 La Corte Suprema della Virginia conferma la condanna dei Loving, sentenziando tuttavia che la delibera che imponeva ai coniugi di lasciare lo stato per un periodo di 25 anni fosse un provvedimento eccessivo. Il caso viene rinviato ai tribunali statali per l'emissione di una nuova sentenza.

    18 marzo 1966 In un numero della rivista Time Magazineviene pubblicato, in forma anonima,l'articolo The Crime of BeingMarried (il crimine del matrimonio), accompagnato dalle immagini in bianco e nero del fotografo GreyVillet, che ritraggono i Lovingnella loro casa nella King & Queen County. L'articolo racconta della sentenza emessa qualche giorno prima commentando che “Loving vs. Virginia è destinato a diventare una pietra miliare dei diritti civili”.

    Marzo 1966 Il caso Loving vs. Virginia va in appello alla Corte Suprema degli Stati Uniti.

    9 aprile 1967 La Corte Suprema ascolta le deposizioni orali del caso Loving v. Virginia, compresa quella di Bernard Cohen: “I Lovinghanno il diritto di andare a dormire ogni sera con la certezza che, se non dovessero risvegliarsi il mattino seguente, i propri figli avrebbero il diritto di ereditare i loro beni. Hanno il diritto di vivere nella certezza che, se non dovessero risvegliarsi il mattino seguente, chi di loro fosse ancora in vita avrebbe il diritto ai sussidi statali”.

    12 giugno 1967 La Corte Suprema emette la sentenza unanime che annulla tutte le leggi contro le unioni interrazziali poiché incostituzionali e non ottemperanti alle garanzie di uguaglianza sancite dal quattordicesimo emendamento, e ChiefJustice Earl Warren redige la sentenza per conto della Corte Suprema: “Secondo quanto sancito dalla nostra costituzione, ciascun individuo gode della libertà di sposare o non sposare una persona di una razza diversa. Tale libertà non può essere violata dallo stato”.

    Il 12 giugno di tutti gli anni ricorre ilLoving Day, ricorrenza annuale che ricorda la sentenza della Corte Suprema.

     

     

    INFORMAZIONI SULLA PRODUZIONE

    “Perché me lo raccontano solo adesso?”

     

    Questa è la domanda ricorrente che chi scopre i progressi in materia di diritti civili fatti nei decenni passati finisce per porsi. E la storia di Richard e Mildred Lovingha spianato la strada a molti altri progressi in materia di diritti civili.

    La storia di Richard e Mildredviene raccontata dall'acclamato sceneggiatore e regista Jeff Nicholsnel film LOVING, che dice: “La semplicità della loro bellissima storia d'amore mi ha colpito profondamente”.

    Richard, bianco, e Mildred, afroamericana e nativa americana, erano una normalissima coppia di Central Point, Virginia che decise di sposarsi e mettere su famiglia. Eppure, ciò che fecero al tempo contravveniva alle leggi della Virginia, motivo per cui i due furono arrestati poco dopo le nozze.

     

    Si tratta di un caso legale molto simbolico che,prima di tutto, è e rimane una bellissima storia d'amore.

     

    In qualità di principali interessati del caso Loving v. Virginia, furono i catalizzatori della decisione della Corte Suprema di abolire la legislazione contro le unioni interrazziali negli Stati Uniti. Poiché la sentenza determinò che il matrimonio fosse un diritto fondamentale, il caso Loving v. Virginia viene tuttora frequentemente citato nelle cause che si discutono all'interno dei tribunali americani, comprese quelle inerenti al divieto delle nozze gay.

    Ma i Loving non erano attivisti; le loro aspettative erano molto più semplici, poiché la coppia si limitava ad auspicarsi che il matrimonio contratto legalmente a Washington D.C. avrebbe loro consentito di vivere tranquillamente nel loro paese natale, Central Point. In un primo momento, i due non fecero appello dopo essere stati arrestati per aver violato le leggi contro le unioni interrazziali della Virginia, accettando un patteggiamento che in pratica proibiva loro di rientrare nel loro stato d'origine.

    Quando, finalmente, nel 1963 i Lovingdecisero di rivolgersi a un avvocato, la loro unica preoccupazione era quella di poter tornare a vivere a casa propria. Ma fu solo nel 1965, su esortazione degli avvocati Bernard Cohen e Philip Hirschkop, che la coppia decise di renderela propria storia pubblica, parlando anche con la stampa. Dopo la sentenza della Corte Suprema del giugno 1967, in loro favore, i Loving tornarono a condurre una vita normale, tirando su i loro tre figli e concedendo rarissime interviste alla stampa.

    Nel 2008 Mildred, sopravvissuta a suo marito, è passata a miglior vita. La sua storia ha profondamente commosso la regista di documentari Nancy Buirski,colpita soprattutto dall'instancabile devozione che Mildred e Richard avevano l'una per l'altro e dall'importanza che il loro caso continua a ricoprire nella realtà odierna. Buirskiha quindi deciso di realizzare un documentario su Richard e Mildred Loving. Le sue ricerche l'hanno avvicinata all'ex produttore di ABC News HopeRyden che, nel 1965 e nel 1967, aveva effettuato molte ore di filmati di Richard e Mildred. Le riprese e le risorse degli archivi, comprese alcune foto del fotografo di Life Magazine Grey Villet, sono state utilizzate da Buirskiper scrivere, produrre e dirigere THE LOVING STORY. Prima di essere trasmesso da HBO il giorno di San Valentino del 2012, il documentario è stato proiettato in occasione di diversi festival del 2011, vincendo inoltre, tra gli altri premi, un Peabody Award e un Emmy Award, e conquistando il pubblico e la critica con la rappresentazione di una coppia coraggiosa e impegnata oltre che, prima di tutto, profondamente innamorata.

    Uno degli spettatori che sono stati conquistati dalla storia fin da subito è stato l'attore Colin Firth, vincitore del premio Oscar, che conosceva già il documentario. Buirskisi è messa in contatto con lui per la realizzazione di un film dopo aver saputo da sua moglie Livia dell'interesse di Colin Firth per la politica e la storia sociale americana. Nel 2009, Buirskie Firthhanno iniziato a lavorare a una struttura narrativa e a una sceneggiatura.

    Nel gennaio 2011, Firthchiama Buirskiper dirle che stava per creare la casa di produzione RaindogFilms con Ged Doherty, e che il suo primo progetto sarebbe stato un film sulla storia dei Loving. Buirskiricorda come “Colin aveva appena vinto il premio Golden Globe per Il discorso del re, mama ero io a essere fuori di me per la contentezza”.

    Doherty racconta: “Colin è rimasto molto colpito dalla semplicità della storia e dal modo in cui questa coppia del tutto normale sia riuscita a fare un'enorme differenza nella vita di altre coppie.

    “Dopo aver visto il documentario, ho sviluppato un'ossessione. Non ho praticamente dormito per 48 ore, perché mi sono messo a cercare tutte le informazioni disponibili online. Indubbiamente, quello dei coniugi Loving è stato un caso legale di grande importanza ma, innanzi tutto, è stata una belissima storia d'amore. Io e Colin riteniamo che il mondo debba essere messo a conoscenza della storia dei Loving, ed eravamo determinati ne voler raccontare la loro storia con un film drammatico basato almeno in parte sul documentario di Nancy.”

    Il passo successivo era quello di trovare regista e sceneggiatore. Quando i tre produttori hanno visto Muddi Jeff Nichols in occasione di una proiezione speciale programmata nel 2012, hanno intuito la grande sensibilità cinematografica di questo regista, i cui ritratti intuitivi di uomini e donne del sud sarebbero stati l'ideale per il film che i produttori desideravano realizzare.

    Doherty aggiunge: “Poi abbiamo visto anche TAKE SHELTER; nel lavoro di Jeff, la tensione e il dramma sono notevoli, e vengono spesso veicolati da quel che non viene detto. Nichols è bravissimo a trasmettere molte emozioni con un semplice sguardo nella telecamera o con le riprese di un paesaggio. Abbiamo pensato che tutto questo sarebbe stato l'ideale per Richard e Mildred Loving e per i loro personaggi.” 

    Avendo già realizzato tre film, Nichols non aveva ancora preso in considerazione la realizzazione di un film che non fosse il prodotto della sua immaginazione. Nonostante ciò, accettò di prendere questo progetto in considerazione, soprattutto per la storia, che lo intrigava molto.

    Nicholsha guardato il documentario, soffermandosi sull'importanza e sul continuo impatto positivo della causa Loving v. Virginia, ma ciò che lo attirava di più era la calma determinazione di Richard e Mildred, che volevano semplicemente vivere la loro vita e amare chi meglio credevano.

    Nichols afferma: "È stato l'amore tra due persone ad esercitare un forte impatto emotivo su di me.È proprio da questo che deriva l'importanza della storia e della decisione della Corte Suprema. Credo che ogni occasione che ci viene data di ricordare l'eleganza e la semplice bellezza dell'amore sia una cosa buona.”

    Il tenore di vita di Central Point, paese d'origine dei Loving a forte impatto rurale, ha esercitato un ulteriore forte impatto su Nichols. Central Point, che ospitava una comunità rurale un po' isolata nelle colline di Caroline County, in Virginia, era un centro multirazziale di operai e mezzadri. Il denominatore comune era la povertà; afroamericani, bianchi e nativi americanisi erano mescolati liberamente per intere generazioni, e gli abitanti di Central Point erano abituati ad aiutarsi l'un l'altro senza esitazione alcuna.

    Scoprire il modo in cui Richard e Mildred erano cresciuti, la loro forza e i loro valori,ha ricordato a Nicholsciò che gli raccontava suo padre del piccolo paese in cui era cresciuto lui. “Il modo in cui il documentario racconta della comunità nella quale erano cresciuti i Loving è stato per me molto importante, perché mi ha ricordato i racconti di mio padre, che era cresciuto a Altheimer, nello stato dell'Arkansas. Mio padre mi raccontava che gli abitanti del paese avevano bisogno l'uno dell'altro per sopravvivere”, racconta Nichols.

    Nicholspreferiva l'idea di un film che seguisse Richard e Mildred Lovingdurante gli anni incerti dal1958 al 1967, piuttosto che un film intento a raccontare il percorso che ha fatto entrare la loro vicenda nei libri di storia: “Non vi è dubbio che il caso legale da solo potesse costituire un film a sé, ma io non volevo concentrarmi sul caso legale, non volevo cancellare completamente la loro storia d'amore, che mi interessava di più, visto che non ne avevo mai realizzata una prima di allora, sebbene il mio film MUD avesse a che vedere con l'amore non corrisposto”.

    Puntando su un approccio incentrato sui personaggio, Nichols incontra i produttori, che trova “incredibilmente cooperativi in merito al modo in cui desideravo raccontare questa storia”.

    Sebbene Doherty, Buirskie Firthvolessero assumere Nicholsin qualità di sceneggiatore/regista, quest'ultimo ha preferito andarci cauto impegnandosi, in un primo momento, solo per la sceneggiatura. La produttrice Sarah Green, candidata al premio Oscar e già da da tempo collaboratrice di Nichols, sapeva che “Jeff non aveva mai lavorato all'adattamento di materiale che non fosse suo, e inizialmente questa si è rivelata un'impresa dura per lui”.

    Nicholsracconta che gli ci sono voluti un paio di mesi di tempo,  “finché non ho capito fino in fondo che si trattava di persone reali che però sarebbero stati i personaggi del mio film. Insomma, dovevo assumermi le mie responsabilità durante la stesura della sceneggiatura”.

    Ecco le parole della produttrice Sarah Green: “Ricordo che un giorno Jeff mi ha chiamato e mi ha detto: ‘Credo di esserci arrivato, ma è una cosa molto intima. Non so se possa essere di interesse per qualcuno, ma io vorrei raccontare la storia in questo modo.’ “E io gli ho risposto: ‘Il tuo lavoro è questo. Devi raccontare la storia nel modo in cui tu la percepisci.’” Green loda l'enorme comprensione e la grande pazienza dimostrata dagli altri produttori nell'attendere che Nicholstrovasse la giusta misura delle cose. “Lavorare con Ged, Nancy e Colin è stata un'esperienza fantastica, perché hanno dimostrato grande fiducia nell'intero processo e, una volta che Jeff ha trovato il ritmo giusto è diventato chiaro che era pronto a dirigere il film.”

    Nicholsdesiderava trasmettere una certa “tensione nel film, mantenendo però una grande calma; niente fuochi d'artificio, niente elementi di grande effetto. Sono in un vortice, ma sono anche in una piccola regione e vivono la vita di tutti i giorni. LOVING non racconta il sud che il pubblico probabilmente si attendeva.”

    La prima stesura della sceneggiatura a opera di Nichols, cosa insolita per il mondo del cinema, ha poi finito per essere l'unica stesura, quella che Doherty ricorda essere “incredibilmente bella. Era facile visualizzare tutte le scene, e anche le pause."

    “Probabilmente, il passaggio dalla prima stesura alla seconda e a quella definitiva ha comportato il cambiamento di due o tre parole, due o tre virgole e un paio di refusi.”

    Green aveva compreso che Jeff Nicholsaveva fatto suo il punto di vista dei coniugi Loving: la coppia non desiderava cambiare la storia.La produttrice racconta: “I Lovingpensavano a come potessero vivere la propria vita nel luogo in cui dovevano rimanere, nel luogo a cui appartenvano. Molti dei film che ho realizzato raccontano la storia di personaggi alla ricerca del loro luogo di appartenenza. In questo film, invece, si parlava di due individui che sapevano benissimo a quale luogo appartenessero. Con il film LOVING, Jeff indaga sul profondo desiderio di questa coppia di fare ritorno nel suo luogo di origine, perché da lì sono stati sradicati”.

    Nicholsaggiunge: “Non erano martiri, né tantomeno desideravano esserlo. Non erano simboli, né tantomeno desideravano essere tali. I Loving erano semplicemente una coppia innamorata che voleva vivere insieme e con la propria famiglia”.

    Impegnati in un altro film che avrebbero realizzato prima di questo (MIDNIGHT SPECIAL),Nicholse Green hanno avuto un primo, inatteso contatto con il casting di LOVING nell'autunno del 2013, durante un viaggio di lavoro a Los Angeles. Sebbene non fossero ancora pronti a vedere potenziali attori per questo film, la responsabile del casting FrancineMaislerchiese loro di incontrare Ruth Negga, attrice con base a Londra che in quel momento si trovava nella città californiana.

    Neggaera rimasta profondamente colpita da THE LOVING STORY: “Ho trovato il documentario davvero fantastico, e non riuscivo a credere di non aver mai sentito parlare di Richard e Mildred prima di allora. Sono rimasta profondamente affascinata dalla loro storia, non solo perché Loving v. Virginia rappresenta un caso legale simbolico per i diritti civili, ma anche perché la loro storia d'amore è perfetta, e mi è rimasta dentro. Mildred non desiderava altro che essere sposata all'uomo che amava. Non tutti gli eroi fanno sentire la loro voce in modo eclatante.

    “La sceneggiatura di Jeff Nichols non racconta la storia di due attivisti, ma quella di due persone innamorate l'una dell'altra, anche se, in fin dei conti, Mildred e Richard finirono con il cambiare profondamente il corso della storia legale americana. I suoi film raccontano sempre la storia di persone comuni.”

    Dopo aver letto il copione, l'attrice si è chiusa in una camera d'hotel di Los Angeles per prepararsi e per rappresentare Mildred nel miglior modo possibile. Ruth Nigga ricorda di aver guardato il documentario fino alla nausea, e di aver lavorato ad alcune scene del copione come non aveva mai fatto prima di allora con nessun altro copione:"Sentivo una tale affinità con Mildred che non riuscivo neanche a immaginare l'idea di non poter interpretare questo personaggio”.

    Nicholsracconta come lui e Sarah Green avessero già lavorato con FrancineMaislera diversi film e come, quindi, ascoltarono il suo consiglio e decisero di incontrare quest'attrice che non conoscevano.

    “Ed ecco che Ruth Neggaentra, ed è più piccola e compatta di Mildred Loving, soprannominata ‘fagiolino’. Il mio primo pensiero è stato: "Beh...". Ma poi Ruth ha iniziato a recitare una scena in modo straordinario, riuscendo a tirar fuori tutto ciò che le riprese originali del documentario ci avevano raccontato di Mildred. Non era un'imitazione. E io e Sarah abbiamo subito pensato che quella era decisamente Mildred.

     

  • Spunti di Riflessione:

     

    di Andrea Papale

    1)  Richard e Mildred Loving chi sono? Come si sono conosciuti i due protagonisti del film?

    2) Quale è il passato dei due giovani?

    3) Cosa spinge Richard ad andare contro tutto e tutti sposando una donna nera?

    4) Il film è ambientato nel 1958. Quale è la situazione politica degli Stati Uniti in quel determinato periodo storico?

    5) Sai cosa sono le leggi razziali? Quanto erano seguite in USA nel periodo in cui è ambientato il film?

    6) Quali sono le motivazioni storiche e sociali che portano la maggior parte della popolazione bianca statunitense a essere razzista?

    7) Dal 1861 al 1865 scoppiò negli Stati Uniti fra il Nord e il Sud la guerra di secessione contro lo schiavismo, praticato negli Stati sudisti che avevano bisogno di mano d’opera per le grandi piantagioni su cui basavano la loro economia. Vinsero i nordisti ma a tutt’oggi il razzismo vive ancora negli Stati del sud dove i bianchi hanno come antenati chi viveva del lavoro degli schiavi?

    8) I due sposi di questa coppia interraziale vengono condannati e messi in prigione. Come vivono questo periodo? In che modo si fanno forza l’un l’altro?

    9) La Virginia farà causa ai due protagonisti del film con un processo che durerà 9 anni. Perché uno stato arrivò addirittura ad una causa legale per mettersi contro un matrimonio? E Perché il processo durò così tanto?

    10) Il film è tratto da una storia vera. Quanto è importante secondo voi che gli autori siano fedeli a ciò che è successo nella realtà?

    11) Riguardo ai casting invece? Quanto è importante scegliere attori, visivamente simili alle persone vere, piuttosto che attori famosi che seguono i classici stereotipi dello star system hollywoodiano?

    12) Attraverso una storia singola e privata, in realtà, nel film si vuole parlare di tematiche molto più universali. Quali sono queste tematiche?

    13) È importante secondo voi nel mondo contemporaneo, parlare di una storia come quella del film, che risale a più di 50 anni fa? Esprimete la vostra opinione in merito.

    14) Credete che la situazione politica che era protagonista negli anni in cui è ambientato il film abbia tutt’oggi degli strascichi sulla gente comune?

    15) Credete che nel film sia più importante la battaglia legale o gli universi privati dei due protagonisti?

    16) Quanto è importante il contesto sociale e cittadino in cui vivono Richard e Mildred?

    17) Per quale motivazione secondo voi uno stato dovrebbe mettere come legge il divieto di un matrimonio misto?

    18) I due giovani per sfuggire alla legge del loro Stato per il loro matrimonio si trasferiscono a Washington per un periodo. Come si troveranno in questa nuova condizione e come si relazioneranno a una grande città e i suoi abitanti?

    19) Richard e Mildred hanno caratteri quasi opposti. Perché? Come li descriveresti? 

    20) Chi dei due affronterà la causa contro lo Stato della Virginia?

     

     

Letto 1256 volte

Video

Indice dei Film

I Più Visti negli ultimi 6 mesi

A un metro da te (23 Apr 2019)
Il primo Re (23 Apr 2019)
Remi (23 Apr 2019)