Una questione privata In evidenza

Informazioni aggiuntive

  • Sinossi:

     

    Milton, ragazzo introverso e riservato, e Giorgio, allegro e solare, amano Fulvia. Lei si lascia corteggiare da entrambi, giocando con i loro sentimenti. I tre ragazzi nell’estate del 43 si incontrano nella villa estiva di Fulvia per ascoltare e riascoltare il loro disco preferito: Over the rainbow. E nonostante la guerra, sono felici. 

    Un anno dopo tutto è cambiato. Milton e Giorgio sono ora partigiani. E’ inverno e la nebbia è calata su tutto. Milton si ritrova davanti alla villa dei tempi felici, ormai chiusa e si abbandona al ricordo di Fulvia. La custode lo riconosce e invitandolo ad entrare allude ad una relazione tra la ragazza e il suo migliore amico Giorgio.

    Per Milton, logorato dal dubbio,  si ferma tutto: la lotta partigiana, gli ideali, le amicizie. Ossessionato dalla gelosia, vuole scoprire la verità. E corre attraverso le nebbie delle Langhe per trovare Giorgio, ma Giorgio è stato catturato dai fascisti. L’unica speranza è trovare un prigioniero fascista da scambiare con l’amico, prima che questi venga fucilato…

  • Genere: drammatico
  • Regia: Paolo Taviani
  • Titolo Originale: Una questione privata
  • Distribuzione: 01 Distribution
  • Produzione: Stemal Entertainment – Ipotesi Cinema
  • Data di uscita al cinema: 1° novembre 2017
  • Durata: 84’
  • Sceneggiatura: Paolo e Vittorio Taviani liberamente tratta da “Una questione privata” di Beppe Fenoglio (Einaudi Editore)
  • Direttore della Fotografia: Simone Zampagni
  • Montaggio: Roberto Perpignani
  • Scenografia: Emita Frigato
  • Costumi: Lina Nervi Taviani – Valentina Taviani
  • Attori: Luca Marinelli, Lorenzo Richelmy, Valentina Bellé, Francesca Agostini
  • Destinatari: Scuole Secondarie di II grado
  • Approfondimenti:

     

    NOTE DI REGIA

    Oggi, nel nostro tempo ambiguo, tempo di  guerra non guerreggiata, Fenoglio ci ha suggestionato con il suo “Una questione privata”: l’impazzimento d’amore, e di gelosia, di Milton, il protagonista, che sa solo a metà e vuole sapere tutto. Da qui siamo partiti per evocare, in una lunga corsa ossessiva, un dramma tutto personale, privato appunto: un dramma d’amore innocente e pur colpevole, perché nei giorni atroci della guerra civile il destino di ciascuno deve confondersi con il destino di tutti.

    Paolo e Vittorio Taviani

     

    “ADDIO SERENITA’ DELLA MENTE, 

    ADDIO GLORIOSE BATTAGLIE.

    DEVO SAPERE LA VERITA’.

    MEGLIO VIVERE INGANNATI SENZA SAPERLO 

    CHE SAPERE A META’.”

    Shakespeare

      

    PAOLO e VITTORIO TAVIANI

    Filmografia

    Oltre alle regie, i fratelli Taviani hanno anche sempre firmato le sceneggiature dei loro film.

    San Miniato luglio '44 (1954)

    L’Italia non è un paese povero, in collaborazione con Joris Ivens (1960)

    Un uomo da bruciare (1962)

    I fuorilegge del matrimonio (1963)

    I sovversivi (1967)

    Sotto il segno dello scorpione (1969)

    San Michele aveva un gallo (1972)

    Allonsanfan (1974)

    Padre padrone (1977)

    Il prato (1979)

    La notte di San Lorenzo (1982)

    Kaos (1984)

    Good morning Babilonia (1987)

    Il sole anche di notte (1990)

    Fiorile (1993)

    Le affinità elettive (1996)

    Tu ridi (1998)

    Resurrezione - miniserie TV (2001)

    Luisa Sanfelice - miniserie TV (2004)

    La masseria delle allodole (2007)

    Cesare deve morire (2012)

    Maraviglioso Boccaccio (2015)

    Premi e riconoscimenti

    1977: Cannes - Palma d'oro per Padre padrone e Premio della Critica Internazionale FIPRESCI 

    1982: Cannes – Gran Premio Speciale della Giuria per La notte di San Lorenzo

    • 1986: Venezia - Leone d'Oro alla carriera.

    • 2002: Mosca – San Giorgio d’Oro per Resurrezione 

    2012: Berlino - Orso d'Oro per Cesare deve morire

    • David di Donatello ai film ed alla carriera

    Altri Premi Nazionali ed Internazionali

  • Spunti di Riflessione:

     

    di Betta Olmi

    « ‘Una questione privata’ è costruito con la geometrica tensione d'un romanzo di follia amorosa e cavallereschi inseguimenti come l'Orlando Furioso, e nello stesso tempo c'è la Resistenza proprio com'era, di dentro e di fuori, vera come mai era stata scritta, serbata per tanti anni limpidamente dalla memoria fedele, e con tutti i valori morali, tanto più forti quanto più impliciti, e la commozione e la furia…. » 

    (Italo Calvino)

     

    Il romanzo che, secondo Italo Calvino, tutti gli scrittori della Resistenza avrebbero voluto scrivere.

    Beppe Fenoglio ( Alba-Cuneo 1922 – 1963). Fu partigiano e scrittore. 

    Nei suoi romanzi ha parlato di uomini, donne, amore, morte in modo universale.

     

    Spunti di riflessione:

     

    1) Il film  è tratto dall’omonimo romanzo ‘Una questione privata’ di Beppe Fenoglio. Secondo voi i registi Taviani hanno fatto un’esatta trasposizione dal libro o ritente che questo film  sia  liberamente ispirato al testo? 

    2) Beppe Fenoglio fu partigiano e scrittore. In quale maniera la vita realmente vissuta dallo scrittore influisce nel romanzo?

    3) A rendersi conto della grandezza di Fenoglio scrittore della Resistenza fu in primo luogo Italo Calvino che, a proposito di Una questione privata, dichiarò che Fenoglio aveva scritto il romanzo sulla Resistenza “che tutti volevamo scrivere”. Secondo voi questo film  è una storia sulla Resistenza Partigiana o è una grande nostalgia amorosa inestinguibile mentre la Guerra e la Resistenza ne divengono solo una cornice ?

    4) Nel film, quail sono i momenti che meglio dipingono lo stato di incertezza e angoscia interiore generati dalla gelosia?

    5) Fate almeno due altri riferimenti letterari di una storia che racconta l’ ossessione d’amore.

    6) Quali sono gli altri personaggi letterari impazziti per gelosia?

    7)  Una questione privata è un classico della letteratura che del romanticismo fa la sua cifra estetica e morale: come è sviluppato il discorso romanitco nel film?

    8) Beppe Fenoglio scrive i suoi libri in lingua inglese (fu un instancabile traduttore di opere in lingua inglese). Ritiene che l’inglese sia una componente fondamentale per la sua crescita: come lingua, come letteratura, come stile di vita, come modello di società. In questo film dove trovate i riferimenti alla lingua e alla letteratura inglese?

    9) In quale altro romanzo di Feneglio ci sono forti riferimenti alla lingua inglese?

    10) In Una questione privata, le note di Somewhere Over the Rainbow, la canzone resa famosa da Judy Garland, fanno da colonna sonora a scene importanti. Questa canzone cosa vuole sottolineare nel film?

    11) Quail differenze trovate tra i due personaggi Milton e Giorgio? Cosa attrae Fulvia dell’uno e dell’altro?

    12) E’ vera amicizia quella tra Milton e Giorgio?

    13) I fratelli Taviani hanno aggiunto l’episodio del fiammifero che brucia sul braccio di Giorgio. Secondo voi questa scena aiuta a definire meglio il personaggio di Giorgio? Perchè?

    14) L’episodio della fucilazione di Riccio è accaduto veramente. Avevano un senso queste crudeltà?

    15) La resistenza nella II Guerra Mondiale era in gran parta composta da ragazzi molto giovani: quali erano i sentimenti forti che spingevano questi giovani a lottare per la libertà del proprio Paese contro un regime autoritario? 

    16) Le priorità dei valori nei Giovani: i Giovani e l’amore - i Giovani e l’Amor Patrio – i Giovani e la Resistenza – i Giovani e l’amicizia. Cosa cambia dalla resistenza del 1943 ad oggi? Esistono ancora questi valori? 

    17) "Quello che mi stupisce è l'affetto dei lettori, soprattutto giovani. Vengono in visita alla tomba e gli lasciano una sigaretta" dichiara Margherita Fenoglio figlia dello scrittore. Ancora oggi sulla tomba di Fenoglio nel cimitero di Alba, giovani lettori lasciano biglietti e messaggi. In che modo questo romanzo parla ancora al cuore dei giovani?

Letto 192 volte

Video

Altro in questa categoria: « Quo Vado

Indice dei Film

I Più Visti negli ultimi 6 mesi