Succede In evidenza

Informazioni aggiuntive

  • Sinossi:

     

    Succede è l’intenso diario delle emozioni, delle sensazioni, dei sentimenti di Margherita (Meg) e dei suoi amici, quattro adolescenti che condividono tutto: da un’alba milanese a un rifugio sul tetto, le sneakers blu, la camicia di jeans, la musica nelle cuffie, la scuola e i primi baci. C'è questo e molto altro in Succede: una storia di amore e amicizia in quel particolare momento della vita che è l’adolescenza, quando ogni evento è di estrema importanza, ogni emozione è assoluta, dove il passato e il futuro non hanno posto, solo il presente esiste ed ha importanza.

     

  • Genere: Commedia
  • Regia: Francesca Mazzoleni
  • Titolo Originale: Succede e nulla sarà più come prima
  • Distribuzione: Warner Bros Italia
  • Produzione: Warner Bros Entertainment Italia, Indigo Film, Roman Citizen, in collab. con Show Reel
  • Data di uscita al cinema: 5 aprile 2018
  • Durata: 94’
  • Sceneggiatura: Paola Mammini, Francesca Mazzoleni, Pietro Seghetti
  • Direttore della Fotografia: Valerio Azzali
  • Montaggio: Ilaria Fraioli (AMC)
  • Scenografia: Paki Meduri
  • Costumi: Andrea Cavalletto
  • Attori: Margherita Morchio, Matilde Passera, Matteo Oscar Giuggioli, Brando Pacitto, Giovanni Anzaldo, Giampiero Judica, Francesca Inaudi
  • Destinatari: Scuole Secondarie di II grado
  • Approfondimenti:

     

    NOTE DI REGIA 

    La sensazione che pervade Succede è quel particolare stato d’animo proprio dell’adolescenza: l’emotività accelerata delle prime volte, l’elettricità dei piccoli gesti, la valorizzazione e l’esplosione di un quotidiano che diventa improvvisamente magico, immenso.

    Se penso all’adolescenza, non posso non constatarne un’universalità di tappe e di emozioni che chiunque ha dovuto passare. Ed è lì, nella complessità dei rapporti umani, che il film si racconta: la perdita di fiducia nei confronti del mondo e di se stessi, l’arroccarsi nei valori che spesso funzionano da scudo, il capire come funziona così irrazionalmente un sentimento, quanto può essere sottile il confine tra amicizia e amore, tra un affetto protettivo con cui uno è abituato a crescere e la trasformazione di questo sentimento in qualcos’altro.

    In questo racconto di formazione al femminile la giovanissima Meg, in piena crisi d’identità e di sfiducia verso il mondo esterno, maturerà qualcosa di importante: che un’esperienza, anche se dolorosa, vale comunque più della paura di viverla, che il rimorso è meglio del rimpianto.

    C’è una positività del sentire che è alla base dei giovani di Succede che non sono pigri e nemmeno alienati, ma pieni di una vitalità e di una bontà che è propria di questa generazione. Fino ad arrivare a scoprire ragazzi che, crescendo, si ritrovano ad essere più adulti degli adulti che li circondano. 

    Per quanto riguarda l’adattamento cinematografico, mi è sembrato importante cogliere e preservare un aspetto fondamentale del libro di Sofia, ovvero che si tratta di un diario, una confessione sincera e priva di filtri, ad opera di una sedicenne che racconta i suoi coetanei.

    Il film per me è partito da qui: evitare qualsiasi sovrapposizione di punto di vista che non fosse quello dei personaggi, rimanere ad altezza del loro sguardo e ricercare un naturalismo fondamentale delle piccole cose. 

    In questo senso il lavoro con tre giovanissimi esordienti – Margherita e Matilde al loro primo set, Matteo al suo secondo, ma il primo con un ruolo da protagonista – è stato fondamentale: lasciarli liberi di sentire, di relazionarsi, di parlare, di far confluire il loro modo di essere nei rispettivi personaggi, in un cerchio vita-cinema senza soluzione di continuità. Dagli stessi ragazzi abbiamo preso spunto per raccontare i modi di dire, l’utilizzo dei social, la vita a Milano, altra protagonista fondamentale del film: nel modo con cui oggi, in una città in cambiamento, i ragazzi vivono i loro spazi, dalle aree storiche alla città più nuova, in perenne mutamento e crescita, come i giovanissimi che la stanno vivendo. 

    La MUSICA di Succede viaggia tra sonorità elettrorock e dreampop. La musica ripercorre il percorso di crescita e il cambiamento del mondo di Meg: passando da sonorità più calde e acustiche di inizio film ad elementi sempre più elettronici con l’ingresso nel mondo adulto. La colonna sonora originale, di Lorenzo Tomio, si rifà agli influssi di Jon Hopkins, Cliff Martinez, Arcade Fire e crea un immaginario fortemente caratterizzante del film, un universo di suoni e di atmosfere magiche che ritornano e che avvolgono i momenti più emotivi dei personaggi. Alla musica originale si alternano brani contemporanei che spaziano dai Kasabian, agli Strokes, ai Part Time Friends, amplificando le emozioni dei giovani protagonisti, come fossero estensioni diegetiche del loro sentire.

    Francesca Mazzoleni

     

    FRANCESCA MAZZOLENI

    Classe ’89, regista e fotografa, diplomata in Regia al Centro Sperimentale di Cinematografia nel luglio 2015 e laureata in Lettere all'Università Sapienza di Roma. Ha scritto e diretto cortometraggi (Il Premio, Lo so che mi senti, 1989) selezionati da festival italiani e internazionali (Visioni Italiane a Bologna, Terre di Cinema 16ème edition du Festival du nouveau cinema Italien in Francia, FIFIB – International Film Festival di Bordeaux, Festival Europeo del Cinema di Lecce) e candidati a premi come i Nastri d’Argento 2015. Ha realizzato documentari (Sbarre prodotto da Rai Cinema e CSC Production), lavori sperimentali (Schönhauser Allee vincitore del FishEye 2009 Festival del Cinema di Roma, Nowhere vincitore del Festival Internacional de Cine Documental de la Ciudad de Mexico) e videoclip (The Empty Boat di Teho Teardo e Blixa Bargeld). Nel 2017 vince la borsa di studio per il corso intensivo di Music Video alla New York Film Academy e il contributo del Ministero per lo sviluppo di un lungometraggio, su un progetto italo/tedesco, tratto dal suo corto 1989.

     

    DAL  ROMANZO DEL FILM 

    Il film tratto da Succede non solo è stato per me un sogno che si è realizzato ma, ancor di più, un progetto in cui ho creduto e credo tantissimo. 

    Ho voluto fortemente prendere parte a ogni fase: sono andata sul set quasi tutti i giorni per godermi a pieno questa esperienza e posso dirmi contentissima. Fin dall'inizio, quello che mi auguravo non era tanto che rimanessero fedeli alla trama quanto alle emozioni e all'attitudine che ho voluto trasmettere raccontando questa storia. E così è stato. Il risultato finale è puro, sincero e tenero, un prodotto assolutamente attuale nell'estetica e nel linguaggio. Tutti elementi in cui mi ritrovo e sono sicura si ritroveranno i ragazzi che lo andranno a vedere. È un lavoro in cui hanno messo testa e cuore ragazzi giovani, in primis Francesca Mazzoleni, che è stata fantastica nell'entrare nel vero significato della storia e a trovare il linguaggio visivo perfetto per tradurla.

    Sofia Viscardi

    MEG

    16 anni. Si descrive insicura, goffa, introversa, piena di difetti e consapevole di averli. Vorrebbe qualcosa di nuovo nella sua vita, ma quando arriva ha paura ad accoglierlo. Insomma, un controsenso vivente in attesa di ritrovare la fiducia negli altri, ma prima di tutto in sé stessa. Usa la sua sottile e cinica ironia come scudo per non scoprirsi agli altri, come arma per difendersi e non farsi ferire di nuovo. Si rifugia nel suo mondo privato: nei libri, nelle sue cuffione e nella musica con cui ama sognare. Registra sul telefono ogni pensiero per mettere ordine nella sua testa e per essere sempre cosciente di ciò che fa e di ciò che le accade intorno. Accanto a lei i suoi unici due amici: Olly, una forza della natura che la aiuta ad accorciare le distanze con le persone, e Tom, al suo fianco sin dall’infanzia che le riempie la vita di momenti da ricordare.

    MARGHERITA MORCHIO

    17 anni. Da sempre appassionata di teatro, ha studiato recitazione presso la scuola di teatro “Quelli di Grock”. Una volta finito il liceo sogna di partire per gli Stati Uniti per completare la sua formazione da attrice. 

    OLLY

    16 anni. È la migliore amica di Meg e il suo esatto opposto. È espansiva, esplosiva, estroversa, popolare, ammirata e leader nella sua semplicità istintiva. Si crede più adulta di qualsiasi sua coetanea immersa nei dilemmi dell’adolescenza e si relaziona volentieri con ragazzi molto più grandi di lei. Cura il suo lato social con molta attenzione e se potesse metterebbe ordine anche nelle vite degli altri, soprattutto in quella di Meg. Vista da fuori può sembrare una ragazza un po’ superficiale ma nasconde in realtà un affetto profondo verso la sua migliore amica e una fragilità che scoprirà solo col tempo. È una romantica, crede nel destino, ama riempirsi di citazioni, di canzoni, di motivazioni, buttarsi in esperienze nuove, non ha paura di cadere né pensa che ci si faccia male. 

    TOM

    18 anni. È un ragazzo indipendente che negli anni si è creato le sue regole. Cresciuto senza padre, introverso, protettivo con le persone a cui vuole bene e con una madre a cui fa quasi da padre. Non eccelle a scuola e frequenta compagnie che Meg e Olly non amano particolarmente. Ha molte passioni come quella per il kite e sogni che non tradirebbe mai, sono la sua via di fuga, la sua medicina. Ascolta rock, non sorride spesso ma dimostra affetto prendendo in giro le persone che ama di più, il che lo rende tenero ed al tempo stesso incredibilmente affascinante. È molto legato a Meg da quando è piccolo, sono cresciuti insieme senza mai darsi per scontati.  

    SAM 

    17 anni. Dolce, impacciato, inconsapevolmente ironico. Cugino di Olly, si è trasferito da poco a Milano e cerca, un po’ goffamente, di integrarsi nel gruppo di Meg, Tom e Olly. Usa poco i social ma si adatta se serve, appassionato della Roma, ma mai fanatico, ti sa far ridere, intenerire… All’apparenza il ragazzo perfetto.

     

  • Spunti di Riflessione:

     

    di LDF

    1) L’adolescenza è uno dei più bei momenti della vita, in cui nascono le grandi amicizie che sembra non finiranno mai e in cui si cominciano a sentire quei palpiti d’amore che, quando si incontra “quella persona”, si ha l’impressione che anche lui (o lei) debba ascoltare il forte battito del cuore che si sente nel petto. E’ vero, secondo voi, che tutto quanto scritto sopra è vissuto dagli adolescenti?

    2) L’adolescenza è il periodo durante il quale ci si sente parte di un gruppo; i tuoi coetanei, con cui condividi momenti non solo di allegria e di divertimento ma anche di tristezza, non ti lasciano mai da solo. Poi trascorrono gli anni, arriva l’università e, in base a scelte diverse, il gruppo si divide, ma resta sempre nel cuore il ricordo di quegli amici e di quel tempo passato in cui ognuno sembrava facesse parte dell’altro. E’ così per i ragazzi? Chiedetelo anche a un adulto.

    3) Erano e sono per i giovanissimi, quellli dell’adolescenza momenti belli, particolari ma non è detto che alcuni di loro non avessero problemi, per esempio nel sentirsi brutte (e magari non è vero), oppure nell’avere nella propria famiglia problemi familiari, o tragedia nella tragedia, vivere un primo amore non corrisposto.

    Quasi tutti i personaggi del film hanno questi problemi eppure, quando si trovano insieme scherzando e ridendo, sembrano dimenticarli, perchè il gruppo (o la comitiva come si diceva una volta) dà forza al singolo o lo porta, anche se per poco, a dimenticare ciò che lo affligge. Chi ormai grande ha vissuto questi momenti se li ricorda. C’è una poesia di Jacques Prevèrt che rende bene il rammentare la felicità di allora che i protagonisti del film stanno vivendo, senza nemmeno rendersene conto.

                                            Vecchi amici di un tempo

                                            sapeste quanta nostalgia 

                                            sento, a volte di voi

                                            nostalgia di risate di spensieratezza 

                                                                                  e di allegria

                                            nostalgia, poi, che svanisce lasciandomi 

                                            solo un ricordo….

    Commentate tutte le osservazioni, fatte nella domanda e, in ultimo, la poesia di Prevért.

     

    I protagonisti

    Meg

    Si sente bruttina e piena di difetti e le piacerebbe avere qualche altra esperienza, magari d’amore. Ma è tra i ragazzi del gruppo e molti non la vedono come donna ma come compagna con cui ridere e scherzare. Tra questi Meg ha due grandissimi amici.

    Olly

    E’ il contrario di Meg, allegra, espansiva, popolare, il capo del gruppo senza che nemmeno se ne renda conto. Olly vorrebbe che Meg fosse diversa e vorrebbe toglierle tutte le insicurezze che le complicano la vita. Ci prova e ci prova ancora ma non ci riesce Meg vede nell’amica quella bellezza e quella simpatia che ella non ha ma vuole tanto bene a Olly come Olly a lei.

    Ma Olly non è solo amata da tutti per il suo carattere: ella nasconde agli altri di essere anche un’inguaribile romantica.

    Tom

    Amico di Meg, dall’infanzia e amico anche di Olly. Ha avuto una vita difficile fin da piccolo e ha una madre a cui è lui che fa da padre. A scuola non è bravo anche perchè studia pochissimo e frequenta persone che non piacciono a Meg e a Olly. Ma come loro gli vogliono bene anche Tom è legato alle due ragazze, soprattutto a Meg.

    Margherita Monorchio

    Un’altra del gruppo che ha un solo sogno: partire per gli Stati Uniti per riuscire a diventare un’attrice.

    Sam 

    Ha 18 anni è dolce e timido. E’ anche spiritoso ma sembra non se ne renda conto. E’ da poco a Milano ed, essendo il cugino di Olly, cerca di entrare nel suo gruppo con qualche difficoltà, perchè Sam è romano e tifoso della Roma ma è tanto dolce che i milanesi non infieriscono su di lui per questa sua passione calcistica e alla fine lo accettano come uno di loro.

     

    In quale tra questi personaggi vi siete maggiormente riconosciuti e perchè.

     

     

Letto 1080 volte

Video

Altro in questa categoria: « Sono tornato Il sole a mezzanotte »

Indice dei Film

I Più Visti negli ultimi 6 mesi

A un metro da te (23 Apr 2019)
Il primo Re (23 Apr 2019)
Aladdin (11 Giu 2019)