Quanto basta In evidenza

Informazioni aggiuntive

  • Sinossi:

     

    Arturo, cuoco non più di successo, con problemi di controllo dell’aggressività, “troppo bravo per i ristoranti scarsi e troppo sputtanato per quelli fighi”, incontra, sulla sua strada, Guido, un mite giovane aspirante cuoco con la sindrome di Asperger. Quando le circostanze lo obbligano ad accompagnare Guido a un talent culinario – manifestazione che Arturo odia - si crea un rapporto di amicizia e di fratellanza che cambierà i destini di entrambi.
    Arturo tratta Guido senza filtri, senza pietismo e in modo istintivo, alla pari, talvolta sbagliando. Ma di fronte alla “neurodiversità”, che non è inferiorità, del ragazzo, Arturo tende a poco a poco a mutare il proprio comportamento e a ridefinirsi come persona. Del resto la sindrome di Asperger che caratterizza Guido ha un interessante aspetto metaforico e universale: alcune delle criticità che la caratterizzano, come la difficoltà (non l’impossibilità) ad entrare in empatia con gli altri, e la fatica nel capire le convenzioni sociali e le regole non scritte, sono comuni ai due protagonisti e a tutti i “neurotipici”, i non appartenenti allo spettro autistico.
    Arturo ha una forte tendenza alla critica e alla polemica che ha finito per emarginarlo. Guido rischia di apparire troppo normale per essere considerato bisognoso di supporto e troppo bizzarro per potersi inserire nel lavoro. Ma entrambi hanno una visione personale del cibo e della gastronomia. E, a dispetto della loro eccentricità, ai fornelli sono più tradizionalisti che sperimentatori. Anche se “Quanto basta” è più un film sull’amicizia che sulla cucina, è davanti al cibo che i due trovano il loro punto d’incontro: sono rigorosi fino all’intransigenza. È nel viaggio che progressivamente si realizza un rovesciamento di prospettiva, fino a far chiedere allo spettatore chi sia quello che sta accompagnando l’altro. Non solo: Guido e Arturo, a tratti, finiscono per sembrare più lucidi e razionali degli altri personaggi: infatti anche Anna e Celso e persino l’amico - nemico di Arturo, Daniel, finiranno per compiere scelte che non ci aspetteremmo da loro. Sento, quindi, una continuità con altri miei lavori, soprattutto “Emma sono io”, in cui la diversità, vera o apparente, (in quel caso uno squilibrio mentale, la sindrome bipolare), diveniva anche una risorsa e rovesciava lo schema di rapporti tra chi aiuta e chi viene aiutato.
    Commedia d’incontri, feel good movie, buddy film, o come vogliamo definirlo, “Quanto basta” è, in primo luogo, un film di personaggi che non ha paura delle emozioni e dei sentimenti positivi. In questo senso, fin dall’inizio decisive, è stato il ruolo degli attori, straordinari per la loro preparazione e per la generosità che hanno dimostrato sul set, divenendo veri e propri coautori.

    Francesco Falaschi

  • Genere: Commedia
  • Regia: Francesco Falaschi
  • Titolo Originale: Quanto basta
  • Distribuzione: Notorious Pictures
  • Produzione: Notorious Pictures
  • Data di uscita al cinema: 5 aprile 2018
  • Durata: 92’
  • Sceneggiatura: Filippo Bologna, Ugo Chiti, Francesco Falaschi, Federico Sperindei
  • Direttore della Fotografia: Stefano Falivene
  • Montaggio: Patrizio Marone, Simone Manetti
  • Scenografia: Luca Gobbi
  • Costumi: Elisabetta Amico
  • Attori: Vinicio Marchioni, Valeria Solarino, Luigi Fedele, Nicola Siri, Mirko Frezza
  • Destinatari: Scuole Secondarie di II grado
  • Spunti di Riflessione:

     

    di LDF

    1)    Arturo è un bravo chef, dal carattere molto aggressivo, tant’è che finisce dentro per una rissa. C’è un processo e Arturo viene condannato. Qual è la sua condanna?

    2)    Probabilmente Arturo, con il carattere che ha, avrebbe preferito anche qualche mese di carcere ma, oggi, in Italia, per il reato per cui lo chef è stato processato il carcere non esiste più. Invece qual è la condanna che il giudice gli ha comminato e che dà tanto fastidio ad Arturo e perchè gli dà tanto fastidio?

    3)    Proprio a causa della condanna di cui parlavamo nella domanda precedente, Arturo entra in contatto con Guido, un ragazzo affetto dalla sindrome di Asperger. Approfondite le vostre conoscenze su questa sindrome.

    4)    Guido, nonostante soffra di questa malattia da cui viene colpito a sprazzi, per il resto è un ragazzo più normale (o normatico come diceva Young) degli altri suoi compagni autistici cui Arturo deve, per scontare la sua condanna, tenere un corso di cucina. Quando e perchè il rapporto tra Arturo e Guido si intensifica? E Arturo dove deve accompagnare il ragazzo?

    5)    Sicuramente Arturo non vorrebbe andare dove il ragazzo si dovrà presentare per un concorso legato alla cucina. Perchè? Forse perchè ha vergogna se dovesse incontrare qualche suo vecchio collega, in quanto egli “troppo bravo per i ristoranti scarsi e troppo sputtanato per quelli fighi”, non vorrebbe farsi vedere da qualcuno che potrebbe conoscerlo? Secondo voi è giusta questa osservazione? Se siete d’accordo o se non lo siete spiegate le vostre motivazioni.

    6)    Arturo, forse, senza che se ne renda conto, tratta Guido alla pari, soprattutto quando il ragazzo ha un attacco della sua malattia. Questo atteggiamento fa bene al giovane oppure lo danneggia?

    7)    A forza di stare insieme Arturo e Guido giungono a sopportarsi finchè, stranamente, come fosse un miracolo, si scoprono amici. Arturo si occupa volentieri di Guido, evitando che egli faccia degli errori e il ragazzo, sempre più, si affeziona al burbero chef dal cuore d’oro. Secondo voi, nonostante la differenza di età, quella tra Arturo e Guido è amicizia vera?

    8)    Nelle loro scelte, dopo che Arturo e Guido si sono ritrovati amici, i due cominciano ad apparire agli “altri” molto più razionali di loro. Perchè gli “altri” (Anna l’infermiera, sensibile ad Arturo, Celso, l’amico e persino Daniele l’amico-nemico dello chef) prima se ne stupiscono e poi si rendono conto che i due hanno ragione e allora rivedono anche le scelte che loro avevano intenzione di fare, ciascuno nella propria vita. Non è strano che tutti siano condizionati da uno chef litigioso e da un ragazzo con la sindrome di Asperger?

    9)    Arturo, quando va a scontare la sua pena, si trova a insegnare in una classe di ragazzi autistici.
    -    Sapete cos’è l’autismo?
    -    Sapete che chiunque sia affetto da autismo, possiede, in genere una grande intelligenza e una grande capacità mentale, per esempio con i numeri e con i calcoli  di cui non ha coscienza (avete visto Rain man di Barry Levinson con Dustin Hoffman e Tom Cruise?)
    -    Sapete che, talvolta per il troppo affetto gli autistici possono essere violenti proprio con coloro che amano?
    -    Approfondite l’argomento specificando altre caratteristiche comportamentali di coloro che sono affetti da autismo.

    10)    Secondo voi, dopo che vi siete documentati sull’autismo e sulla sindrome di Asperger, potete definire questa un’altra manifestazione propria dell’autismo, pur con caratteristiche comportamentali diverse?

Letto 209 volte

Video

Altro in questa categoria: « Una questione privata

Indice dei Film

I Più Visti negli ultimi 6 mesi

Wonder (27 Nov 2017)
Gli Invisibili (16 Gen 2018)
L'esodo (07 Feb 2018)