Scuola in mezzo al mare In evidenza

Informazioni aggiuntive

  • Sinossi:

     

    Il territorio di Stromboli è unico: il vulcano erutta più di venti volte al giorno e gli abitanti lo chiamano rispettosamente “Iddu”, “Lui”.

    Ogni inverno la comunità ingaggia la sua lotta con il maltempo e gli abitanti sperimentano solitudine ed isolamento. La scuola rimane spesso chiusa.

    Carolina Barnao ha riunito i genitori attorno ai problemi di  discontinuità  educativa  sull'isola.

    La comunità si è auto-organizzata con lezioni non convenzionali e tenta di vincere un bando per la didattica a distanza.

    La posta in palio è lo spopolamento dell’isola stessa.

     

  • Genere: Documentario
  • Regia: Gaia Russo Frattasi
  • Titolo Originale: Scuola in mezzo al mare
  • Distribuzione: Apapaja Srl
  • Produzione: Moby Film, Apapaja
  • Data di uscita al cinema: n.d.
  • Durata: 73’
  • Sceneggiatura: Gaia Russo Frattasi
  • Direttore della Fotografia: Sabina Bologna
  • Montaggio: Andrea Di Fede
  • Attori: Carolina Barnao, Comunità di Stromboli
  • Destinatari: Scuole Secondarie di I grado, Scuole Secondarie di II grado
  • Approfondimenti:

     

    NOTE DI REGIA

     

    Sono arrivata a Stromboli la prima volta come turista e me ne sono innamorata; nel tempo ho fatto amicizia e condiviso emozioni con gli abitanti.

    Ad un certo punto incontrai il mercatino di Carolina: vendeva manufatti dei bambini per comprare una parabola internet ed attivare la didattica a distanza.

    Ho appreso da Olmi la “Postazione per la Memoria”, un metodo di ripresa che mira a restituire la poesia della vita nel suo farsi quotidiano; sono stata assistente di De Seta, che girò a Stromboli di “Isole di fuoco”; ho lavorato con Diritti in Valle Maira e vi ho poi realizzato un documentario su una ragazzina del posto, alle soglie del suo esame di terza media. Ecco perchè questa storia risuonava in me.

    Ha ancora senso l’istruzione tradizionale, così come la conosciamo, con scuole, banchi e maestri presenti sul posto?

    E' possibile tramandare attraverso l'educazione i valori dell'età classica, ancora vivi nelle piccole comunità, o essi sono inesorabilmente destinati a dissolversi?

    L’auto-organizzazione delle comunità può supplire alle carenze istituzionali?

    In palio c’è lo spopolamento di tutti i territori periferici che costituiscono la nostra diversità culturale.

    Gaia Russo Frattasi 

     

    BIOFILMOGRAFIA

     

    Gaia Russo Frattasi.

    Nasce  a   Chivasso   (TO)   nel   1979.  Si laurea al DAMS di Torino in Storia e Arte dell’Attore.

    Inizia a lavorare in teatro, in strada e come performer con Faber Teater, Accademia degli Artefatti, Fura dels Baus ed altri.

    Partecipa al laboratorio Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi presso la Cineteca di Bologna.

    Inizia a lavorare sui set come segretaria di edizione, assistente alla regia, assistente di produzione per lo stesso Olmi, De Seta, Diritti, ed altri.

    Lavora come regista e montatore free-lance per agenzie. Nel 2009 fonda Moby Film.

     

    FILMOGRAFIA

     

    SCUOLA IN MEZZO AL MARE, 2018, documentario, 73’, prodotto da Moby Film e Apapaja con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e MIBACT, distribuito da Apapaja

    Festival: Visioni Italiane 2018, Sciacca Film Fest 2018

     

    IL SOGNO DI M., 2009, documentario, 52', prodotto da Moby Film ed Ecomuseo dell’Alta Valle Maira, distribuito da Moby Film

    Festival: Trento Film Festival 2009, Scanno Natura Doc, Berg Buch Brig

     

    IL PIANO INFINITO, 2008, cortometraggio, 15', prodotto nell’ambito del Monferrato Film Festival 2008, distribuito da Indastria Film

    Festival: Miglior Film Monferrato Film Festival 2008, Menzione Speciale Festival Sguardi Altrove, Miglior Attore Cinesalento International Film Festival, Festival “A corto di donne” Pozzuoli

     

    PROVE DI DEMOCRAZIA, 2007, documentario, 17', prodotto da Gaia Russo Frattasi

    Festival: Visioni Italiane 2007

     

    MIRIAM-VARIAZIONI, 2005, documentario, 30', prodotto da Gaia Russo Frattasi

    Festival: Miglior Film Torino Film Festival 2005

     

    LA FINESTRA DI FRONTE, cortometraggio, 6', prodotto da Gaia Russo Frattasi

    Festival: Polygone Etoilée Marsiglia

     

     

    CONTATTI

    DISTRIBUZIONE

     

    Apapaja srl

    Simone Bachini Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.apapaja.com

    Valeria La Pietra

    Resp. Commerciale e Comunicazione 349 2263131

    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

     

    Film riconosciuto di interesse culturale con contributo economico del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – Direzione generale cinema

     

Letto 490 volte

Video

Altro in questa categoria: « Styx Shazam! »

Indice dei Film

I Più Visti negli ultimi 6 mesi

A un metro da te (23 Apr 2019)
Il primo Re (23 Apr 2019)
Remi (23 Apr 2019)