Shazam! In evidenza

Informazioni aggiuntive

  • Sinossi:

     

    Tutti abbiamo un supereroe dentro di noi, ci vuole solo un po' di magia per farlo uscire fuori. Nel caso di Billy Batson (Angel), basta pronunciare una sola parola - SHAZAM! – per far sì che uno scaltro quattordicenne in affidamento si trasformi in un adulto, il Supereroe Shazam (Levi), per gentile concessione di un anziano mago. Essendo ancora un ragazzino nell’animo - dentro un corpo sovrumano - Shazam si diverte in questa versione adulta di sé stesso, facendo ciò che qualsiasi adolescente farebbe con dei superpoteri! Può volare? Ha una vista a raggi X? Può lanciare dei fulmini dalle mani (si!)? Può saltare le lezioni? 

    Con l'aiuto dell'amico appassionato di supereroi, Freddy, Shazam si propone di testare i limiti delle sue capacità con la gioiosa imprudenza di un bambino. Ma dovrà imparare rapidamente a dominare questi poteri, per combattere le forze del male controllate dal dottor Thaddeus Sivana, che ha messo gli occhi sui superpoteri di Shazam e li vorrebbe per sé stesso.

     

  • Genere: Azione, Fantasy
  • Regia: David F. Sandberg
  • Titolo Originale: Shazam!
  • Distribuzione: Warner Bros Pictures
  • Produzione: Peter Safran
  • Data di uscita al cinema: 3 aprile 2019
  • Durata: 132’
  • Sceneggiatura: Henry Gayden
  • Direttore della Fotografia: Maxime Alexandre
  • Montaggio: Michel Aller
  • Scenografia: Jennifer Spence
  • Costumi: Leah Buther
  • Attori: Zachary Levi, Mark Strong, Djimon Hounson, Asher Angel, Jack Dylan Grazer
  • Destinatari: Scuole di ogni Ordine e Grado
  • Approfondimenti:

     

    LA PRODUZIONE

    Se Vuoi Salvare il Mondo, Devi Dire la Parola Magica!

    "Ogni bambino sogna di essere un supereroe", dice il regista di "SHAZAM!" David F. Sandberg. "Nel mondo in cui è ambientata la nostra storia, dove esistono Superman e Batman, Billy Batson è un ragazzino a cui viene concessa la possibilità di vedere esaudito il suo desiderio". Per Billy, è un momento di grande svolta: non solo ottiene i superpoteri, ma diventa un adulto - esteriormente, almeno - con un nome carico di energia: infatti SHAZAM è un acronimo che sta per Salomone, Hercules, Atlante, Zeus, Achille e Mercurio.

    Al suo interno, il Super Eroe Shazam è un cinico ragazzino adottato che lotta per trovare il suo posto nel mondo, che non sa nulla dei supereroi, per non parlare di come diventarne uno. È un aspetto unico del personaggio, annuisce Sandberg, aggiungendo che: "Il suo potere deriva dalla magia. È solo un bambino, ma essendo puro di cuore e forte di spirito, è il prescelto. E’ il campione. Questo è ciò che ho trovato interessante".

    L’attore Zachary Levi sostiene che la combinazione di tutti gli aspetti della storia è ciò che ha trovato così avvincente. "Sì, si tratta di Billy Batson che diventa il più potente mortale e difensore della Terra, giusto in tempo per affrontare un male soprannaturale da cui deve imparare a difendersi; ma in realtà è una grande storia di formazione nell’ambito di una storia incentrata sulla famiglia, all'interno di una storia d'azione”.

    Per Levi, "SHAZAM!" - un film sulla realizzazione di un desiderio - è davvero la vita che imita l'arte ... o forse il contrario. È difficile dire di chi siano i sogni che si stanno avverando, quelli di Shazam o di Billy. "Spesso, altri individui vengono spinti a malincuore a rivestire i panni di un supereroe, con dei poteri di cui tutti hanno bisogno, e pensano: 'Oh, bene, devo salvare di nuovo il mondo?'" spiega Levi. "Billy Batson invece ne è entusiasta, facendo di Shazam uno dei pochi personaggi di supereroi di tutti gli universi dei fumetti, che è sinceramente elettrizzato dal ruolo di supereroe. Questo ha reso il mio lavoro di attore infinitamente più facile, perché non ho dovuto nascondere il mio entusiasmo nel dare vita a Shazam".

    "SHAZAM!" segna la seconda incursione del produttore Peter Safran nel genere dei supereroi, dopo l'enorme successo dello scorso anno "Aquaman". Pur riconoscendo delle somiglianze nel fatto che entrambi i personaggi lottano per trovare il loro posto nei rispettivi mondi, Safran dice: "Ogni proprietà di DC può -e dovrebbe- avere un tono diverso. Vivono tutti in mondi differenti, e per Shazam abbiamo amato l'idea di combinare un grande film d'azione con tutti i meravigliosi elementi comici del personaggio. Quel che personalmente ho sempre amato di "SHAZAM!" è il tema della realizzazione di un desiderio, l'idea che chiunque può diventare un supereroe. Non c’è bisogno di essere figli di un miliardario, o di provenire dal pianeta Krypton. Tutto questo, insieme alla storia incentrata sulla famiglia che è sempre intrinseca nella trama di Billy Batson / Shazam, sono i fattori che mi hanno davvero affascinato di questo progetto".

    Safran è stato anche felice di lavorare con Sandberg, un altro esperto di horror che entra nell'universo DC. "David è diventato rapidamente famoso per il suo background horror", continua Safran. "Lights Out- Terrore nel buio", "Annabelle: Creation" sono due film acclamati dalla critica e dal pubblico. E in 'SHAZAM!' gli spettatori potranno notare anche il suo eccezionale talento nella commedia".

    Henry Gayden ha scritto una sceneggiatura unica e piena d’ azione di una storia che lui e Darren Lemke hanno adattato dai fumetti. "Ho letto il fumetto di Geoff Johns New 52", ricorda Gayden, "e poi The Power of Shazam! di Jerry Ordway degli anni '90, oltre ad un paio dei primi libri. Ho colto all'istante il fascino della storia e dei personaggi, che si concentra su così tanti temi di cui amo scrivere, tutto in un unico pacchetto. Mi è piaciuto scriverla dalla prospettiva di un bambino, incanalando la logica di un quattordicenne che improvvisamente ha tutti questi poteri, e che non pensa a come salvare il mondo, ma a: 'Cosa posso fare di bello?' ”.

    Levi afferma che quando gli è arrivata la sceneggiatura di "SHAZAM!": "Non riuscivo a staccarmene! Ho letto, sfogliando le pagine, dicendo sì, sì, sì, sì, sì, sì, ancora sì, era tutto un sì. Parla della storia dell'eroe, di quella del ragazzino, della famiglia ... e infuso nel DNA dello script  c’era umorismo e cuore".

    Oltre a Levi, i realizzatori hanno selezionato un gruppo avvincente di attori - adulti e bambini - per ricoprire i ruoli principali: da stimati veterani come Mark Strong nei panni del Super-Villain Dottor Thaddeus, e Djimon Hounsou in quelli del Mago, uniti a volti familiari come Asher Angel nel ruolo di Billy Batson, e Jack Dylan Grazer in quello di Freddy Freeman, insieme a Faithe Herman, Grace Fulton, Ian Chen e Jovan Armand a completare la lista.

    Girato quasi interamente a Toronto, in interni e spesso in esterni esposti al freddo inverno canadese, Sandberg si è circondato di un eccellente team che ha lavorato dietro le quinte, con il quale aveva già collaborato, tra cui il direttore della fotografia Maxime Alexandre, la scenografa Jennifer Spence e la costumista Leah Butler. Sandberg aggiunge: "Siamo stati molto fortunati ad avere una delle squadre migliori, sia localmente a Toronto che del team di stunt di "Aquaman",  arrivato direttamente dall'Australia, un Art Director esperto in film su larga scala ... Abbiamo davvero lavorato con l'A-team".

    "Billy Batson, io scelgo te come Campione!"

     

    IL CAST

    Sandberg sostiene che la passione e la natura giovanile di Levi sono state vitali nel suo casting. "Era importante trovare qualcuno che potesse sentirsi un bambino nel corpo di un adulto. Penso che un errore frequente negli adulti quando provano ad interpretare un bambino, è che tendono ad abbassare semplicemente il quoziente intellettivo, facendolo sembrare uno stupido. I bambini però non sono stupidi: sono solo inesperti e hanno un’incredibile gioia di vivere. E non hanno i filtri che invece possiedono molti adulti. Quindi questo è ciò che stavamo cercando e quello che abbiamo trovato assolutamente in Zachary Levi".

    Levi era elettrizzato dall'opportunità di ritornare ai suoi quattordici anni. "Non voglio dire che sono un uomo-bambino", scherza, "ma credo di essere una persona entusiasta, piena di speranza e ricca di energia. Quindi, apparire sul set e interpretare questo personaggio, Shazam, e volare in giro e combattere i cattivi era perfetto per me! Ero impaziente di girare tutte le scene del film, ed essere in grado di dare vita ad un Supereroe veramente duro, ma con un gran cuore, fascino e umorismo".

    L'attore ipotizza che l’esser cresciuto leggendo i fumetti e giocando con i videogiochi probabilmente l’ha impostato sulla giusta carreggiata, ma ancora, “la scena in cui il Mago trasforma Billy in Shazam e sente per la prima volta la sua voce, ed era la mia voce! Beh aspettavo con ansia quel momento, sapevo che sarebbe stato molto divertente". Oppure, per recitare i momenti "quando vede il suo riflesso per la prima volta, l'intero montaggio di lui che impara quali sono i suoi poteri .." aggiunge Levi. Quindi, davvero, tutto.

    Levi afferma che interpretare un ragazzino nel corpo di un adulto ha significato davvero cavalcare i due lati di sé stesso. "I bambini non si arenano di fronte ai problemi della vita come fanno gli adulti. Non hanno a che fare con le tasse, le pensioni o il mutuo; la loro preoccupazione semmai è la scuola: 'Non ho voglia di seguire la lezione di matematica in questo momento'. Non hanno ancora accumulato le esperienze nel loro percorso verso la saggezza degli adulti, per capire perché le cose sono vanno così. 

    Oltre alla saggezza di Salomone, la forza di Ercole, la resistenza di Atlante, il potere di Zeus, le abilità di combattimento di Achille e la velocità di Mercurio, "Ha anche la capacità di lanciare un fulmine, che è molto in sintonia con la sua Zeusitudine, se posso essere così audace da chiamarla così. Ho coniato questa frase in questo istante", scherza Levi.

    A proposito delle caratteristiche dei compagni di Supereroi di Shazam, il regista Sandberg afferma: "Shazam ha la migliore identità segreta di tutti, perché diventa una persona totalmente diversa, un ragazzo giovane. Quindi, se ha bisogno di mimetizzarsi o di andarsene, basta che dica "Shazam!" e si trasforma in Billy, un ragazzino normale".

    Quel ragazzino normale è Billy Batson, un adolescente di Philadelphia che, molto tempo prima che gli vengano concessi dei superpoteri o una Super identità, è scappato dalle famiglie affidatarie di sei contee della Pennsylvania, ed è convinto di non aver bisogno di nessuno, se non della sua vera madre. La cerca da anni, da quando cioè sono stati separati in un affollato luna park, e ricongiungersi a lei, la sua unica famiglia, è il solo obiettivo e il desiderio più grande di Billy.

    Peter Safran racconta: "La madre di Billy Batson è scomparsa quando lui aveva tre anni, quindi è cresciuto in affido, rimbalzando da casa adottiva a casa adottiva. È sempre scappato alla ricerca di sua madre. E nella nostra storia, vive finalmente con la famiglia Vasquez e gli altri figli adottivi che stanno crescendo".

    L’autonomo Billy è interpretato da Asher Angel, che non aveva mai sentito parlare del personaggio e della sua controparte prima di leggere il ruolo. Ma il giovane adolescente ha svolto rapidamente i suoi compiti, affermando: "Appena ho avuto la parte mi sono precipitato in un negozio di fumetti con i miei genitori, leggendo sempre di più e rendendomi conto di quanto fosse grande questo personaggio. Ho pensato 'E’ folle! Sarò in questo film e farò parte della famiglia DC. È incredibile, specialmente essendo il mio primo film!’ ".

    Oltre ad ammirare l'eroe che il suo personaggio sarebbe diventato, Angel ha apprezzato molto anche Billy. "Billy ha avuto una vita difficile, ma è un ragazzo intelligente e conosce le regole della strada. Certo, è anche un po' subdolo, ma deve esserlo. Ha dovuto badare a sé stesso, non ha avuto nessuno, e forse è stata una sua scelta, perché in fondo vuole l’unica cosa che vuole è trovare sua madre. Quindi, ha dovuto fare tutto da solo per sopravvivere e cercarla".

    Essendosi molto concentrato nella ricerca di sua madre, Billy non è stato in grado di vedere la buona opportunità di una famiglia amorevole quando arriva alla casa dei Vasquez. Al contrario, la considera un’ altra soluzione provvisoria dalla quale scappare non appena possibile. Ma prima che arrivi il momento, non viene catapultato in un'altra casa, ma in un altro regno.

    Angel dettaglia: "Billy un istante prima è in metropolitana, e quello successivo si ritrova in un luogo pazzesco chiamato Roccia dell’Eternità, dove incontra un Mago in cerca di qualcuno, e che scorge delle potenzialità in Billy. Individua quindi Billy Batson come il prescelto, e gli chiede di pronunciare il suo nome".

    Incurante di quel che sta accadendo, e rispondendo più al tono insistente del Mago che alla volontà di eseguire le farneticazioni di un vecchio mago pazzo, Billy obbedisce ...

     

    “SHAZAM!”

    Spaventato da quello che è appena successo e da chi -o cosa- è diventato, Billy non ha idea di cosa fare. Ma sa chi può aiutarlo: il suo nuovo compagno di stanza della famiglia affidataria, Freddy.

    Non avendo nessun altro a cui rivolgersi, torna di corsa alla casa dei Vasquez per chiedere aiuto a Freddy, perché è l’unico che può sapere qualcosa sui supereroi, essendone un grande appassionato. Sandberg afferma che molti dei momenti più divertenti del film avvengono quando il nostro supereroe va in giro con questo suo grande fan. "Freddy è l'esperto di cui Shazam ha bisogno".

    Jack Dylan Grazer interpreta Freddy Freeman, che ha chiaramente avuto una vita dura, ma che sicuramente non ha perso il suo senso dell'umorismo ... o la sua malizia. "Freddy vive nella casa affidataria, ed ha una disabilità che, interessando gamba, piede e colonna vertebrale, lo costringe a camminare con una stampella. Per questo motivo è vittima di bullismo, ma piuttosto che commiserarsi si fa scivolare tutto alle spalle tendendo a prendersi in giro da solo. È determinato, cosa che ho molto ammirato".

    "Freddy deve fungere da manuale di istruzioni di Shazam", afferma Sandberg. "Sa immediatamente cosa testare: super forza, invisibilità, super velocità e così via. Quindi, vedremo che i due si divertiranno molto in tutto ciò, e scopriranno anche le abilità di Shazam. Ovviamente, essendo dei ragazzini filmeranno il tutto per metterlo su YouTube".

    Quando Freddy non funge da mentore / gestore di Shazam, è spesso con il vero sé dell'eroe, Billy. La relazione tra i due personaggi, anche se inizialmente spinosa, era ugualmente importante per veicolare la storia. Proprio come è successo ad entrambi con Levi, anche Angel e Grazer hanno legato da subito. "Jack era esattamente come immaginavo Freddy", afferma Angel. "È un ragazzo molto simpatico e ama quello che fa, e sapevo che sarebbe stato perfetto e che ci saremmo tanto divertiti".

    "Freddy rappresenta davvero i fan di supereroi del pubblico", afferma Sandberg. "E il modo in cui Jack lo interpreta – un ragazzo divertente dalla parlantina veloce che cammina con una stampella, e che non ha nulla del supereroe - dimostra quel che più mi è piaciuto di questo film: che tutti possono essere un eroe”.

    Nonostante un incontro breve, forse l'adulto ad avere l'impatto più significativo su Billy è l’anziano mago. Questa entità magica, l'ultimo della sua specie, risiede in un luogo etereo chiamato la Roccia dell'Eternità, dove regna sui Sette Peccati Capitali: depravazioni senz'anima tenute prigioniere nella pietra, impazienti di fuggire dalle loro obbligazioni.

    Djimon Hounsou interpreta questo essere ultraterreno con una combinazione di serietà e stanchezza, consone alle sue circostanze sempre più gravose. "Il mago rappresenta tutte quelle caratteristiche che sono strettamente umane, ed è il custode di tutto ciò che è buono", afferma Hounsou.

    L'attore osserva che il suo personaggio è l'ultimo di sette maghi a sopravvivere, e sebbene si stia indebolendo, "deve resistere per trovare l'unico vero campione. Il mago crede che esista, ed è fiducioso che il bambino dotato alla fine arriverà, anche se alcuni non possono cedere alla tentazione dei peccati".

    Ma il mago intravede qualcosa in Billy Batson che gli fa credere che questo ragazzo potrebbe essere l'eroe che stava cercando. "Il mio personaggio lo inquadra e pensa: 'Wow, è il mio campione. È proprio lui", aggiunge Hounsou.

    E appena in tempo. La nuova nemesi di Shazam, il dottor Thaddeus Sivana, entra in scena. Safran osserva: "Incontriamo per la prima volta il Mago attraverso gli occhi di un giovane Thaddeus Sivana, che all'epoca era un ragazzino di otto anni. Ora appare di nuovo il Mago, che stanco e fragile per aver combattuto il male per migliaia di anni, ha disperatamente bisogno di trovare un successore a cui trasmettere i suoi poteri".

    Ritratto con misurata arroganza da Mark Strong, Sivana vede le cose in modo molto diverso da ... beh ... da tutti. "È un pezzo balistico di ricerca del male" osserva Strong. "Un eroe  funziona se ha un cattivo alla sua altezza, quindi se il tuo cattivo non è terrificante, la posta in gioco non è abbastanza alta. Deve necessariamente essere spaventoso".

    Strong crede inoltre che i cattivi funzionino meglio se vengono capiti, anche se non ci piacciono. "I supereroi spesso abbozzano le loro vite da giovani per farci capire da dove provengono", dice. "E in questo film, appare un giovane Thaddeus bullizzato dal fratello, che viene messo in disparte e frainteso dalla sua famiglia".

    La mancanza di una famiglia premurosa ha giocato un ruolo importante nel plasmare  Thaddeus Sivana così come Billy. Tuttavia, il rifiuto subìto e che ha fatto perdere il controllo al giovane Thaddeus lo segue per il resto della sua vita, alimentando un'ossessione. Pertanto, Strong dice: "Quando ha un'altra possibilità, dopo aver passato una vita intera a pensare a quanto sia stato sminuito, sceglie il lato oscuro".

    Una Magica Palla 8, il giocattolo preferito del giovane Sivana, gli ricorda costantemente  la magia che desiderava e che gli è sfuggita di mano. "E’ una cosa che tiene con sé per tutto il film", spiega Sandberg. "Fin dall'inizio, suo fratello lo ha sempre preso in giro al riguardo. Ma per lui rimane un importante talismano".

    Un  ruolo centrale della perfidia di Sivana ce l’hanno i sette peccati capitali: ira, avarizia, invidia, superbia, gola, accidia, lussuria. Alleati ideali per un uomo che ha passato decenni a credere che tutto ciò che non è andato nella sua vita sia dovuto ai fallimenti delle persone che lo circondavano, e mai ai propri errori.

    "I Peccati possono essere spaventosamente reali e una forza piuttosto fenomenale con cui fare i conti", afferma Strong, "e mentre Sivana sosterrebbe di avere il controllo su di loro, probabilmente sono loro ad avere il controllo su di lui".

    Sandberg aggiunge: "Sono stati tenuti a bada per anni, ma ora ... Diciamo solo che sia Shazam che il dottor Sivana sono praticamente invincibili verso tutto ciò che esiste sulla Terra, tranne che per la magia, il che significa che, soltanto uno di loro, può sconfiggere l'altro".

     

     

  • Spunti di Riflessione:

     

    di LDF

     

    1) Billy Batson è un ragazzino di Filadelfia, orfano, che passa da una famiglia all’altra e ha solo un amico, Freddy, più sfortunato di lui. E’ la vita infelice che hanno in comune che lega i due ragazzi o un vero e profondo senso di amicizia?

    2) Come accade l’incontro tra Billy e il mago che cambierà la sua vita?

    3) Perché il mago di cui parliamo, nella domanda precedente, decide di fare un grande dono solo a Billy?

    4) E cosa e come, questo quattordicenne, sradicato da ogni ambiente familiare, viene trasformato in un super eroe con il corpo erculeo di un trentenne ma sempre con la mentalità di un ragazzo della sua età? Come riesce questa discrasia a convivere in Billy?

    5) Il nome che assume Billy quando si trasforma in supereroe, è Shazam che è l’acronimo delle doti straordinarie che hanno posseduto uomini a supereroi o dei del passato. A quali di questi o, meglio, quali loro meriti o caratteristiche trasformano Billy in Shazam, calcolando che il nostro supereroe possiede:

    A) La saggezza

    B) La forza

    C) La resistenza ovvero la capacità di reggere il mondo sulle proprie spalle

    D) Il dominio su tutti gli uomini e le cose del mondo ovvero il potere

    E) L’eroismo e la bellicosità

    F) La velocità d’azione, l’intelligenza e la furbizia

    Dopo aver visto il film elencate i nomi dei personaggi da cui Shazam riceve queste caratteristiche.

    6) Billy divenuto Shazam, il supereroe (trentenne ma sempre quattordicenne dentro) deve imparare, innanzi tutto, a padroneggiare le sue forze, senza fare troppi danni come quando, quasi per miracolo, riesce a non distruggere un autobus su cui viaggiano numerosi passeggeri. Come Shazam riesce a salvare dalla sua forza il povero autobus e, soprattutto, i poveri passeggeri?

    7) Dopo la domanda precedente viene spontaneo chiedersi: ma se Shazam, il supereroe possiede la saggezza come fa a compiere tanti pasticci?

    Oppure è la saggezza di un grande monarca ebraico del passato che lo fa fermare in tempo?

    8) Perché Billy deve imparare che, divenuto Shazam, dovrà diventare il salvatore di una città?

    9) Chi è il nemico cui Shazam si trova di fronte e perché questi vuole distruggere la città che è poi la cara, vecchia Filadelfia?

    Il nome del nemico, per antonomasia, del film, è dottor Sivana.

    10) Perché il dottor Sivana è così avvelenato con la città e con Shazam?

    - Forse per l’incidente stradale che ha avuto all’inizio della storia filmica e che gli ha procurato gravi danni fisici?

    - Forse perché aveva sperato di essere lui l’eletto, il supereroe, e la delusione è stata profonda?

    - Forse perchè vedersi preferito egli grande mago un povero quattordicenne senza famiglia è stato un dispiacere troppo grande per lui che ha trasformato questo dispiacere in odio per Shazam e per la città che il nostro supereroe è costretto, dal suo stesso ruolo, a salvare?

    11) Il personaggio di Billy-Shazam è uno dei primi (1939) creati dalla Marvel con il nome, appunto, di Capitan Marvel. Forse è per l’età che, ormai, ha il nostro capitano (ottanta anni!), nato nel tempo in cui, nei fumetti e al cinema, il “buono” era “buono” e il “cattivo” violento, odioso e vendicativo che Billy-Shazam fa, nel doppio ruolo, sempre tanta tenerezza e che al dottor Sivana non si dà alcuna motivazione al suo desiderio di distruggere tutto e tutti anche  se, nella storia filmica, qualche motivazione, forse, ce l’avrebbe.

    Siete d’accordo?

    Commentate.

     

Letto 102 volte

Video

Indice dei Film

I Più Visti negli ultimi 6 mesi

A un metro da te (23 Apr 2019)
Il primo Re (23 Apr 2019)
Remi (23 Apr 2019)