Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62

Cambio di Gioco

Informazioni aggiuntive

  • Sinossi:


    Joe è conosciuto come uno dei giocatori più duri che siano mai scesi sul campo. Dotato di una forza e un’agilità incredibili, è famoso per essere in grado di sopportare ogni colpo, non importa quanto brutale. Ma proprio quando non se lo aspetta, Joe sta per essere colpito duro dalla sfida maggiore che avrebbe mai potuto immaginare: una ragazzina di otto anni.

     In questo divertente e caloroso racconto su un pesce fuor d’acqua, Rock Johnson, il protagonista, ha l’opportunità di mostrare il suo lato comico, per non dire paterno, senza dimenticare delle scatenate scene di football americano, nei panni dell’ultima persona che ti aspetteresti debba trovare un modo di diventare un ottimo padre.

    Tutto ha inizio con la squadra professionistica di Kingman, i Rebels di Boston, impegnata a vincere l’ambitissimo campionato. Per quanto riguarda il loro affermato quarterback, Joe sta vivendo il massimo sogno di uno scapolo: è affascinante, ricco, famoso e al centro di ogni festa (e ci sono un sacco di feste). Ma tutto questo viene improvvisamente interrotto quando Peyton (la star del Disney Channel Madison Pettis), la figlia di cui non sospettava l’esistenza, arriva alla sua porta. Ora, mentre la sua carriera è in forte ascesa, Joe deve mettere da parte il suo stile di vita, fatto di feste, allenamenti e appuntamenti con supermodelle, mentre affronta le nuove sfide del balletto, delle fiabe della buonanotte e delle bambole, tutto senza fare errori.

    Ugualmente perplessa è la sua inflessibile superagente, Stella Peck (Kyra Sedgwick), anche lei senza nessuna predisposizione per fare il genitore. Ma, mentre la sfida per il titolo si avvicina, Joe sta per realizzare che la partita che conta veramente non ha nulla a che fare con i soldi, i riconoscimenti o con i touchdown, ma con le cose veramente difficili: la pazienza, il gioco di squadra, l’altruismo… e conquistare il cuore di una piccola fan, che si rivela essere la cosa più importante in assoluto.

  • Genere: Commedia
  • Regia: Andy Fickman
  • Distribuzione: Walt Disney Italia
  • Produzione: Walt Disney Pictures / Mayhem Pictures
  • Data di uscita al cinema: 2007
  • Durata: 110 minuti
  • Sceneggiatura: Nichole Millard & Kathryn Price e Audrey Wells
  • Direttore della Fotografia: Greg Gardiner
  • Montaggio: Michael Jablow, A.C.E.
  • Scenografia: David J. Bomba
  • Costumi: Genevieve Tyrrell
  • Attori: Dwayne , Madison Pettis, Kira Sedgwick, Morris Chestnut, Brian White, Jamal Duff, Hayes MacArthur, Paige Turco, Robert Torti e Kate Nauta
  • Approfondimenti:
  • Spunti di Riflessione:

    1. Joe, quarterback della squadra dei Rebels di Boston, sul campo è un giocatore duro e inflessibile che nessuno dei suoi tifosi considererebbe capace di tenerezza. Quando e perché nella sua vita, questa sua capacità interiore si manifesta? E con chi?
    2. Per Joe uno scontro, con i suoi avversari in campo, è nulla in confronto all’ostacolo più grande che gli pone, ad un tratto di fronte la paternità. Perché egli si sente così impreparato?
    3.  Eduardo De Filippo fa dire a Filomena Marturano nell’omonima commedia “I figli sono quelli che si crescono…”. Per Joe l’improvvisa comparsa della figlia è, comunque, una piacevole sorpresa o, all’inizio, viene percepita, incapace com’è di gestire un rapporto, come un peso, cui, per forza si deve adeguare?
    4. Peyton, la bambina, compare anche in un momento poco opportuno, quando Joe, con i Rebels deve giocare l’ultima partita per vincere il campionato. La tensione dell’attesa per lui viene, quindi, sconvolta da una forma di vita diversa cui non è abituato. Quando e come ci si adegua?
    5. Perché Joe, davanti alla bambina, perde ogni atteggiamento da “duro” e appare goffo e impreparato?
    6. Joe si rivela più divertente quando ha a che fare con un balletto classico o quando ha tra le mani bamboline e strass?
    7. Quando Joe, il grande quarterback, si trova di fronte al dilemma di una scelta: la famiglia o la carriera? E come si comporta?
    8. Joe è famosissimo ed è conosciuto come il più affascinante degli atleti. Fino all’incontro con Peyton, ha vissuto una vita intensissima tra feste, divertimenti e donne disponibili a tutto per lui. Come prova, giunta Peyton, a divenire una persona diversa?
    9. Joe, uomo di successo, si rendeva conto, prima dell’arrivo della piccola, che gli mancava “qualcosa” nella vita
    10.  Nonostante i successi e gli ammiratori, Joe, prima dell’arrivo della bambina, in effetti era solo quando chiudeva la porta della sua casa: con lui c’era esclusivamente il suo cane, un bulldog di nome Spike. Secondo voi si può essere soli anche quando si è conosciuti e ammirati da tanta gente
    11. Vi piacciono i cani bulldog? Che caratteristiche hanno? Li ritenete pericolosi… oppure?
    12. Peyton, la figlia di Joe, arriva a casa del padre con un grande dolore nel cuore. Cosa le è accaduto?
    13. Peyton non può essere considerata una povera orfanella e, nei riguardi del papà, ha pianificato un progetto ben preciso che vuole portare a termine. Perché? E qual è questo progetto?
    14. Quando Joe e Peyton si incontrano veramente?
    15. Perché e come Monique, la direttrice della scuola di ballo cui Joe porta Peyton, fa comprendere all’uomo quanta fatica fisica ci sia anche dietro alla danza classica?
    16. Perché Monique si rivela, all’inizio della conoscenza molto dura con Joe, pur sapendo della sua inesperienza di padre?
    17. Stella, la dura superagente di Joe, pur di aiutare il suo assistito, è disposta a mentire e ad imbrogliare. E’ innamorata del quarterback oppure questi deplorevoli atteggiamenti fanno parte del suo carattere? E con la bambina? Come si comporta?
    18. Alcuni giocatori della squadra dei Rebels: a) Sanders, il veterano della squadra. Perché vorrebbe che Joe diventasse un giocatore più attento?b) Webber, il running back della squadra. Brian White, l’attore che lo interpreta, sostiene che “la storia narrata dal film ritrae accuratamente quello che devono affrontare gli atleti, per trovare loro stessi. Secondo voi, dopo aver visto il film, è giusta questa osservazione? Esprimete la vostra opinione in merito. c) Monroe, “uomo di linea” nella squadra dei Rebels. Nessuno è più grande e duro di lui, ma… cosa accade quando si trova davanti alla piccola Peyton? d) Cooper, il “Tight End” dei Rebels. Egli è il giocatore che come e forse più degli altri, sostiene il suo quarterback. E la dimostrazione di quanto lo spirito di squadra possa unire un gruppo di uomini rendendolo compatto e teso a un fine comune. Commentate. Mark Maddox, l’allenatore, è colui che tiene unita la squadra, pur spingendo Joe che viveva solo per essa, a cercare una sua strada. Ma quando Joe la trova ciò che accade dopo è una sorpresa per Mark? Qual è la vostra opinione in merito?I Rebels alla fine, entrano in campo. E come e per chi si batte Joe, teso a conquistare la vittoria
    19.  Mark Maddox, l’allenatore, è colui che tiene unita la squadra, pur spingendo Joe che viveva solo per essa, a cercare una sua strada. Ma quando Joe la trova ciò che accade dopo è una sorpresa per Mark? Qual è la vostra opinione in merito
    20. I Rebels alla fine, entrano in campo. E come e per chi si batte Joe, teso a conquistare la vittoria
    21. I Rebels sono una squadra di football americano. Che differenze ci sono tra il rugby, il football americano e il nostro calcio? Effettuate ricerche in merito.

Letto 7744 volte

Video

Indice dei Film

I Più Visti negli ultimi 6 mesi

A un metro da te (23 Apr 2019)
Il primo Re (23 Apr 2019)
Remi (23 Apr 2019)