Il Primo Natale In evidenza

Informazioni aggiuntive

  • Sinossi:

     

    A Palermo vive Salvo (Salvo Ficarra), un ladro di arte sacra, ateo convinto. A Roccadimezzo Sicula vive padre Valentino (Valentino Picone) un prete affascinato dalla potenza iconica del presepe. Due mondi, i loro, molto lontani ma che stanno per incontrarsi o meglio per scontrarsi, proprio alla vigilia delle festività natalizie: per magia, o per chissà quale altra ragione, Salvo e Valentino si ritroveranno, infatti, in un enorme presepe vivente. E’ la Palestina dell’anno zero pochi giorni prima della nascita di Gesù…
    I due si troveranno ad affrontare, quindi, un viaggio fantastico in un mondo lontano che li porterà soprattutto a conoscere sé stessi, i loro limiti ma anche a riscoprire il loro coraggio di fronte al pericolo di un Erode (Massimo Popolizio) incattivito dalla notizia della nascita del Re dei Re mettendo a rischio la loro stessa vita pur di salvare il piccolo Gesù.

  • Genere: Commedia
  • Regia: Salvo Ficarra e Valentino Picone
  • Titolo Originale: Il Primo Natale
  • Distribuzione: Medusa
  • Produzione: Attilio De Razza per Tramp Limited in collaborazione con Medusa Film
  • Data di uscita al cinema: 12 dicembre 2019
  • Durata: 100’
  • Sceneggiatura: Ficarra e Picone, Nicola Guaglianone, Fabrizio Testini
  • Direttore della Fotografia: Daniele Ciprì
  • Montaggio: Claudio Di Mauro
  • Scenografia: Francesco Frigeri
  • Costumi: Cristina Francioni
  • Attori: Salvo Ficarra, Valentino Picone, Massimo Popolizio, Roberta Mattei, Giacomo Mattia
  • Destinatari: Scuole di ogni Ordine e Grado
  • Approfondimenti:

     

    Striscia la Notizia. Nell’estate 2014 tornano dietro e davanti la macchina da presa per il loro quinto film Andiamo a quel paese. Nella primavera del 2015 sono alla guida di Striscia la Notizia fino al 2018.
    Nel 2017 sono al cinema con L’ora legale, il film prodotto da Tramp Limited in colla- borazione con Medusa Film. Reduci dal successo di Le Rane di Aristofane andato in scena a luglio 2019 nel Teatro Greco di Siracusa, trasmesso poi su Rai1 e replicato nelle più prestigiose venue d’Italia, il duo comico siciliano torna sul grande schermo dal 12 dicembre 2019 con il loro nuovo film, “Il primo Natale” prodotto da Tramp Limited e distribuito da Medusa, che li vede insieme per la settima volta alla regia. Nel 2020 fe- steggeranno 25 anni di carriera anche con uno speciale tour nei maggiori teatri d’Italia con oltre 50 date a partire da maggio.

    FILMOGRAFIA
    2019 - IL PRIMO NATALE (di Ficarra e Picone) 2017 - L’ORA LEGALE (di Ficarra e Picone)
    2014 - ANDIAMO A QUEL PAESE (di Ficarra e Picone)
    2011 - ANCHE SE È AMORE NON SI VEDE (di Ficarra e Picone) 2011 - FEMMINE CONTRO MASCHI (di Fausto Brizzi)
    2009 - BAARIA (di Giuseppe Tornatore)
    2009 - LA MATASSA (Ficarra e Picone, Giambattista Avellino) 2007 - IL 7 E L’8 (di Ficarra e Picone, Giambattista Avellino) 2001 - NATI STANCHI (di Dominick Tambasco)

    TEATRO
    2019 - LE RANE di Aristofane
    2012/2014 - APRITI CIELO (di Ficarra e Picone)
    2007 - SONO COSE CHE CAPITANO (di Ficarra e Picone) 2003 - DICIAMOCI LA VERITÀ (di Ficarra e Picone)
    1999-2002 - VUOTI A PERDERE (di Ficarra e Picone)
    1997-1999 - VAI AVANTI TU CHE IO TI PERSEGUITO (di Ficarra e Picone)
    1995-1997 - IN TRE SULL’ARCA DI NOÈ (di Ficarra e Picone)

    TELEVISIONE
    2006/2019 - STRISCIA LA NOTIZIA (Canale 5)
    2011 - ZELIG CIRCUS (Canale 5)
    2007 - FESTIVAL DI SANREMO
    2005 - ZELIG CIRCUS (Canale 5)
    2005 - MA CHI CE LO DOVEVA DIRE (Canale 5)
    2003 - MAI DIRE DOMENICA (Italia 1)
    2001/2002 - QUELLI CHE IL CALCIO (Rai Tre)
    2001 - L’OTTAVO NANO (Rai Due)
    2000 - ZERO A ZERO (Rai Tre)
    1999 - GNU (Rai tre)

    LIBRI
    2007 - SONO COSE CHE CAPITANO (Mondadori)
    2005 - DICIAMOCI LA VERITÀ (Mondadori)
    2003 - VUOTI A PERDERE (Kowalski Editore)

  • Spunti di Riflessione:

     


    di L.D.F.

    1)    Perché Ficarra e Picone autori del soggetto del film, oltreché registi e interpreti affermano in un’intervista che “la storia” si scrisse da sola e loro lo compresero quando gettarono su una pagina bianca questa frase, durante le feste natalizie: “un ladro d’arte sacra ruba una preziosa reliquia dentro una chiesa di un piccolo paese di provincia”.
    Per voi cosa ha a che fare un “piccolo ladro” con la storia che poi loro avrebbero narrato nel film? Forse, attraverso quella figura immaginata e scritta, in due righe avevano trovato il personaggio di Salvo, uno dei due protagonisti?
    2)    In effetti, il Salvo nel film è un povero ladro d’arte sacra, ateo da sempre, mentre l’altro protagonista, Valentino è un sacerdote e quindi completamente diverso da lui. Cosa accade quando i due si incontrano per la prima volta?
    3)    Che succede quando Salvo fuggendo dopo aver rubato un qualcosa al sacerdote che lo insegue mentre dal cielo viene giù un grande acquazzone e i due, infilandosi insieme in un canneto per ripararsi si trovano…. Dove si trovano?
    4)    Salvo e Valentino si trovano in Galilea nell’anno zero dell’era cristiana, Gesù è appena nato e i due, sempre più spaesati, a un certo punto capitano, quasi faccia a faccia, con il potente sovrano della Galilea, Erode il grande (definito così perché di Erode, susseguenti a lui ce ne sono stati tanti!) e, sopravvivendo ai soldati del re cosa vengono a scoprire?
    5)    Sapete cosa sia stata la cosiddetta “strage degli innocenti” e perché venne perpetrata da quel cattivissimo Erode di cui parliamo nella domanda precedente?
    6)    Erode, in effetti, non importava uccidere tutti i bambini della Galilea, perché ne voleva uccidere solo uno tra questi ma, senza sapere chi fosse quello che sarebbe diventato, il re del mondo. Perché Erode aveva tanto timore di un bimbo e chi gli aveva premonizzato la notizia per lui così terribile?
    7)    Non appena Salvo e Valentino vengono a sapere della decisione di Erode si mettono a cercare proprio “quel Bambino” che non è altro che il Piccolo Gesù. Perché questa ricerca? Cosa li spinge (soprattutto Salvo) a tentare di salvare il futuro piccolo Re?
    8)    Infatti, non vi sembra strano che, sulle tracce del Piccolo, si pone non solo Valentino e ciò è normale perché egli è un sacerdote, ma anche Savo che noi sappiamo sia da sempre un ateo convinto. Se Salvo “non crede” perché si mette a cercare anche lui il misterioso Bambino con Valentino?
    9)    Quali sono le traversie, secondo voi, più buffe quando i due si mettono alla ricerca del Bambino Gesù?
    10)    E nel momento in cui lo trovano nel freddo di una grotta sdraiato su una mangiatoia anche loro, come i pastori, accanto alla grotta Santa, che in silenzio, sotto un cielo pieno di stelle e illuminato dalla stella cometa, ammirano silenziosi il Bimbo appena nato o forse Salvo (mentre Valentino fa il pastore!!) pensa a come salvare dalla ferocia del re, quella piccola creatura che, però, anche a lui, ateo convinto, comincia a fargli sentire nel cuore un battito diverso?
    11)    Come Maria e Giuseppe col piccolo Gesù vengono salvati grazie anche all’intelligenza e soprattutto alla furbizia di Salvo (non per niente nel 2019 era stato un ladro!) e al grande amore di Valentino?
    12)    Il film modifica i termini storicamente conosciuti, in quanto Erode ordinò la strage dei bambini nell’anno quarto dalla nascita di Gesù, perciò il Bimbo aveva già quattro anni. Inoltre, Erode, nell’anno 4 dell’era cristiana, quando prese l’orribile decisione, stava per morire. Quindi, secondo voi, non viene da chiedersi perché il sovrano decise comunque la tremenda strage visto che ormai stava per andarsene per sempre. Voleva proteggere i suoi eredi oppure nel suo enorme egoismo, non avevano importanza la morte violenta di tanti bambini e il dolore di tante madri per trovarne e ucciderne uno solo?




Letto 296 volte

Video

Altro in questa categoria: « Playmobil The Movie

Indice dei Film

I Più Visti negli ultimi 6 mesi